Su e giù per Apricale (Imperia) - Il borgo amato dagli artisti

Dopo aver fatto colazione nell’accogliente breakfast room di MuntaeCara, a pochi metri dall nostra suite, siamo andati alla scoperta di Apricale, tra vasi di piante e fiori posti accanto alle porte delle case, murales dipinti sui muri in mattone  – Apricale è molto frequentato dagli artisti, in particolare dai pittori – , bizzarre cassette della posta e gatti che correvano lungo i vicoli in ciottolato o ci osservavano dall’alto, appollaiati sopra i tetti o nascosti sotto gli archi in pietra.

Nel cuore culturale del villaggio

Al centro di Apricale, in Piazza Vittorio Emanuele, spiccano le chiese della Purificazione di Maria Vergine e di San Bartolomeo e il Castello della Lucertola, cuore artistico del borgo. Edificato intorno al decimo secolo, fu concepito come fortezza difensiva dai Conti di Ventimiglia. Nel 1500 venne raso al suolo dai Grimaldi di Monaco, per poi essere ricostruito nell’Ottocento a scopo militare. Oggi, al suo interno, è custodito il Museo della storia di Apricale, che ospita diverse gallerie di artisti liguri, tra cui le illustrazioni del noto pittore genovese Emanuele Luzzati, scomparso nel 2007.

Sagre, falò e spettacoli itineranti

Piazza Vittorio Emanuele rappresenta l’epicentro delle attività aggregative del villaggio. Qui si organizzano tanti eventi folcloristici durante l’anno. Vi segnaliamo: La notte romantica,  che si celebra in tutti i borghi d’Italia il 25 giugno; il Teatro della Tosse, spettacoli itineranti per le vie del borgo dal 5 al 15 agosto; la Sagra della Pansarola, ogni prima domenica di settembre dedicata al tipico dolce di Apricale, accompagnato dallo zabione caldo; festa patronale della Natività di Maria Vergine, 8 settembre; Festa dell’olio nuovo, per tutto il mese di novembre; Falò in piazza il 24 dicembre.

San Valentino ad Apricale (Imperia) - Il borgo amato dagli artisti

Regalatevi una fotocartolina d’autore

Se prima di lasciare Apricale volete regalarvi una cartolina fai da te, percorrete Via San Bartolomeo, la strada che parte da Piazza Vittorio Emanuele e conduce alla collina: dopo una breve camminata in salita di cinque minuti, al termine del complesso abitato, c’è un piccolo spiazzo sterrato che spunta dai cespugli: da qui, volgendo il vostro sguardo verso sud, potrete immortalare l’intero borgo con la Val Nervia sullo sfondo. Noi ci siamo alzati alle 6 del mattino apposta per vedere l’alba da questo punto panoramico, ma la levataccia è valsa questo scatto. Ne è valsa la pena, non credete?

Apricale (Imperia) - Il borgo amato dagli artisti

Joni & Elisa
Testi e foto di Joni & Elisa
Marito e moglie, due cuori in viaggio, una passione in comune: i borghi italiani. Ce ne siamo innamorati esplorando in lungo e in largo il nostro Paese, il più bello e romantico del mondo.