Auberge de la Maison Alpine Resort & Spa

Quello che abbiamo vissuto all’Auberge de La Maison resterà per sempre uno dei soggiorni più belli e romantici della nostra vita. Avevamo appena saputo che saremmo diventati genitori di una femminuccia e, per festeggiare la lieta notizia, ci siamo regalati un weekend a Courmayeur, più precisamente a Entrèves, in questo meraviglioso resort alpino che si affaccia sulle pendici del Monte Bianco. Consigliatissimo anche dai nostri amici di Flawless, l’Auberge è uno chalet elegante e raffinato, concepito per il benessere e il relax dei suoi clienti, che durante la loro permanenza possono usufruire della zona Spa, tra le più scenografiche della Valle d’Aosta. Il prezzo del soggiorno non è certo basso, trattandosi di una struttura ricettiva di lusso, ma ne vale la pena e ne sarete ampiamente soddisfatti.

Auberge de La Maison

Antica afmosfera di montagna

L’accoglienza del personale (rigorosamente vestito con costumi tipici valdostani) è impeccabile e molto ospitale. Un addetto è venuto a prendere in consegna le nostre valige nel parcheggio sotterraneo dell’hotel e ci ha accompagnato nella hall, ampia, calda, con arredamento rustico in pino e abete. Sulle pareti spiccano ghirlande di fiori e collezioni di quadri d’autore. Suppellettili tipicamente alpine e vecchie stoviglie in rame, sparse qua e là su tavoli e credenze d’epoca, danno un ulteriore tocco vintage agli ambienti interni. Insomma, appena giunti all’Auberge, si repira la tradizionale atmosfera di montagna. Noi abbiamo alloggiato in una delle 33 incantevoli camere ‘Dolce riposo’, con balconcino che dà sulla Val Veny e sulla Val Ferret. Ci sono anche varie suite, splendide, su tutte la ‘Suite Mont Blanc’, con vista mozzafiato sul tetto d’Europa.

Benessere con vista

Ma ciò che davvero ci ha indotti a scegliere l’Auberge è la sua Spa Maison d’Eau, la zona benessere. È stato un magnifico pomeriggio di relax e l’attenzione del personale nei nostri confronti si è dimostrata estremamente premurosa. Essendo Elisa al terzo mese di gravidanza, le ragazze addette ai trattamenti le hanno sconsigliato la sauna finlandese e il bagno turco, ma in compenso le hanno eseguito un massaggio personalizzato che escludeva la zona addominale. Lettini comodissimi da scapparci quasi un pisolino, luci soffuse, lieve musica in sottofondo, delicate essenze profumate: ci sembrava di essere in una dimensione spazio-temporale a parte, dove la frenesia della vita quotidiana è distante anni luce. Dopo aver sorseggiato un gradevole infuso alle erbe, ci siamo immersi nella piscina termale, dotata di cascata e suddivisa in due parti, una al chiuso e una all’aperto, dove contemplavamo il Monte Bianco e il paesaggio innevato, mentre i nostri corpi erano piacevolente intinti nell’acqua tiepida, a una temperatura di circa 30 gradi.

Prima di tornare in camera e prepararci per la cena, ci siamo intrattenuti nella Spa, aspettando che si accendessero le luci a fondo vasca. Le tonalità giallo-blu della piscina illuminata si mescolava con il cielo viola dell’ora del tramonto, mentre il vapore saliva dalla superficie dell’acqua per via del contrasto esterno tra il caldo e il freddo. Effetti speciali di una magica serata nel cuore delle Alpi.

La semplicità dei sapori valdostani

Il ristorante L’Aubergine si trova all’interno dello chalet e dispone anche di una terrazza all’aperto. La sala interna ha una grande vetrata rivolta al Monte Bianco. Le pareti in legno, gli scaffali con argenteria in vista e un grande camino centrale danno un senso di familiarità e di calore. La cucina è quella tipica valdostana, con prodotti locali semplici e genuini. Ecco qual è stato il menu della nostra cena a lume di candela: tagliere di salumi con crostone al miele millefiori, ravioli con cuore di burrata su crema di fiori di zucchine e magatello di vitello con salsa tonnato al fior di cappero.

Ristorante L'Aubergine, Auberge de La Maison

La mattina seguente abbiamo fatto una super colazione, ancora presso la sala ristorante. La vetta più alta del continente era sparita nella nebbia, tra i fiocchi di neve che cadevano al di là del vetro. Ma lo spettacolo di un weekend così romantico resterà per sempre nei nostri occhi. E nel nostro cuore.

Joni & Elisa
Testi e foto di Joni & Elisa
Marito e moglie, due cuori in viaggio, una passione in comune: i borghi italiani. Ce ne siamo innamorati esplorando in lungo e in largo il nostro Paese, il più bello e romantico del mondo.