Castello di Compiano, Compiano (Parma) - Le nostre pagelle

All’interno di ogni articolo dedicato ai borghi troverete le nostre pagelle che comprendono dieci voci, ciascuna delle quali prevede un punteggio dall’1 (minimo) al 5 (massimo), e, in fondo all’elenco, la media dei punti. Sono i voti che abbiamo assegnato alle nostre esperienze di soggiorno, valutazioni puramente soggettive che non hanno la presunzione di condizionarvi nella scelta del borgo, bensì l’intento di darvi una sorta di linea guida e qualche suggerimento in più sulla località che visiterete. Naturalmente aspettiamo di sapere come è andata, quindi raccontateci il vostro viaggio sulle pagine social del sito o inviando una mail a info@tiborgoviaconme.it: confronteremo impressioni e pareri. Di seguito, vi spieghiamo nel dettaglio le dieci categorie che compongono la nostra scheda di valutazione.

Raggiungibilità 🚕

E’ il requisito primario per organizzare il vostro weekend romantico: il borgo che avete scelto è facilmente raggiungibile? E come raggiungerlo? In auto? In treno o in aereo? Se ad esempio avete a disposizione tre giorni e due notti, la durata complessiva della tratta (andata e ritorno) inciderà molto sulla durata effettiva del soggiorno: non vorrete certo trascorrere più tempo in macchina a cercare disperatamente il borgo dei vostri sogni trasformandolo in una chimera, piuttosto che rilassarvi in qualche castello di lusso con spa?

Castello Bevilacqua, Bevilacqua (Verona) - Le nostre pagelle

Conservazione del borgo 🛡

Visitare un borgo significa avere la sensazione di tornare indietro nei secoli. I borghi italiani conservano come per magia la loro atmosfera vintage ma in realtà, dietro questo scenario incantato, c’è un duro e costante lavoro di opera edilizia da parte delle imprese e delle amministrazioni locali, impegnate con il rifacimento di antiche mura o con il mantenimento di un murales o di un affresco esterno, quotidianamente esposto alle intemperie. Meglio è conservato il borgo, più vi sembrerà di vivere in un’epoca remota.

Un affresco di Apricale (Imperia) - Le nostre pagelle

Ospitalità alberghiera 🛌

Premesso che la cosiddetta ‘hospitality’ costituisce l’elemento fondamentale di qualsiasi soggiorno turistico, i borghi italiani abbinano la loro peculiarità architettonica a un’ampia gamma di strutture ricettive, tra hotel, alberghi diffusi e b&b, concepiti, realizzati e arredati coerentemente con il contesto storico del borgo. Ecco perché il ‘viaggio nel tempo’ inizierà dalla vostra camera matrimoniale in stile rustico o da una romantica suite medievale. Ma se l’alloggio è importante, lo è altrettanto l’accoglienza dello staff: le buone maniere e la cortesia non hanno età.

Lion Suite, Tenuta Le Cave, Tregnago (Verona) - Le nostre pagelle

Enogastronomia 🍽

Si dice che ci sia più varietà culinaria dalle Alpi alla Sicilia, piuttosto che dalle Alpi in su e dalla Sicilia in giù. Tradotto: la nostra cucina è la migliore e la più eterogenea del mondo. E come non essere d’accordo. È praticamente impossibile mangiare (e bere) male nei borghi, che custodiscono gelosamente le ricette più antiche della tradizione enogastronomica italiana. Tuttavia, proprio per il loro assortimento, i gusti e i sapori cambiano di regione in regione, di borgo in borgo, quindi potreste preferire una specialità rispetto a un’altra. Assaggiate e… condividete!

Gnocco fritto e salumi, Ristorante Bollicine & Tortafritta, Borgo di Vigoleno (Piacenza) - Le nostre pagelle

Eventi e iniziative turistiche 🎭

Ogni borgo è indissolubilmente legato alle sue tradizioni che, a dispetto della modernità, vengono tramandate alle generazioni successive. Sagre, feste patronali, eventi in costume d’epoca, palii, mercatini, mostre permanenti e temporanee. Ma quanti e quali di questi appuntamenti aggregativi sono in grado di attirare la curiosità dei turisti e coinvolgerli attraverso iniziative speciali, pensate per chi nel villaggio è solo di passaggio?

Carnevale a Bardi (Parma) - Le nostre pagelle

Clima ☀

E’ difficile stabilire se un borgo goda in linea di massima di un clima mite o rigido perché, come è logico che sia, le condizioni dipendono dall’alternarsi delle stagioni. Di certo, però, se si tratta di una località montana o costiera, il periodo compreso tra aprile e ottobre è quello più indicato, grazie alle temperature generalmente superiori. Ad agosto, però, preparatevi all’afa mentre camminate su e giù per scalini e vicoli in pendenza. L’autunno, secondo noi, è la stagione più suggestiva per visitare i borghi, perché i colori delle foglie dipingono il paesaggio e il primo freddo che conduce all’inverno è mitigato dagli ultimi sprazzi caldi dell’estate. Di un borgo è importante considerare la sua collocazione, se soleggiata o all’ombra: più è duratura la luce diurna, più è piacevole visitare il paese all’aperto (e alla luce del sole, appunto).

Via San Quirico, Cisternino (Brindisi) - Le nostre pagelle

Natura circostante 🌲

La bellezza di un borgo è data anche dal paesaggio in cui è immerso. Il contesto ambientale, montano o marittimo, collinare o lacustre, offre possibilità sempre diverse di escursioni nei paraggi. Con tre giorni o poco più a disposizione, è meglio non allontanarsi troppo dal vostro punto di alloggio: ottimizzerete i tempi per poter avere anche un assaggio del territorio naturale circostante.

Bellagio (Como) - Le nostre pagelle

Spunti fotografici 📸

Ogni borgo è un dipinto, ogni suo scorcio è una cartolina. Anche se non siete appassionati di fotografia, immortalate almeno gli angoli imperdibili. Ma i veri protagonisti siete voi: fatevi un selfie da piccioncini ai piedi di una statua o in cima a una torre e poi postatelo sui nostri profili social! Noi vi diremo quali sono i borghi che si prestano particolarmente all’obiettivo del vostro smartphone o, se siete più esperti, della vostra reflex. I ricordi restano nel cuore, una foto nei nostri occhi.

Statua di Domenico Modugno, Polignano a Mare (Bari) - Le nostre pagelle

Relax e intimità 💘

I borghi sono come i gentiluomini, hanno un romanticismo d’altri tempi. Non tutti i borghi, però, potrebbero regalarvi la privacy di coppia che voi cercate. Scegliendo un borgo poco frequentato dai turisti, l’intimità è certa ma il rischio è di annoiarsi se non c’è molto da vedere. Preferire un borgo più grande e famoso permette di usufruire di più attrazioni culturali ma, dove c’è grande afflusso turistico, è molto probabile doversi mettere in coda all’ingresso di un museo o al ristorante in attesa che si liberi un tavolo. E la voglia di relax può trasformarsi in perdita di pazienza. Quindi, se volete un po’ di pace e riservatezza, scegliete con cura il borgo di destinazione.

Castel Savoia, Gressoney-Saint-Jean (Aosta) - Le nostre pagelle

Probabilità di stupirla 🎁

Per chi deve conquistare il suo cuore, l’obiettivo è sorprenderla. I borghi italiani sono tutti incredibilmente sorprendenti. In particolare quelli medievali sono avvolti nel mistero, custodiscono antichi segreti mai svelati, narrano leggende tramandate nei secoli. Ma se lo scenario magico del borgo costituisce già di per sé un vantaggio nella missione “come stupirla”, tocca a lui, magari anche grazie ai nostri suggerimenti, farle vivere un sogno. E convincerla che le favole esistono davvero…

Castello di Compiano, Compiano (Parma) - Le nostre pagelle

Media ⭐

Calcolando la media dei dieci punteggi, otteniamo il giudizio complessivo del borgo preso in esame. Tre stelle su cinque è sufficienza piena, cinque su cinque significa che si tratta di un borgo spassionatamente consigliato a coppie e coppiette. Le nostre pagelle non hanno certo la pretesa di essere la guida Michelin dei borghi: sarete voi a dirci se aggiungere o togliere qualche stella. A noi non resta che augurarvi un weekend “stellare” nel borgo del vostri sogni.

Ponte Gobbo, Bobbio (Piacenza) - Le nostre pagelle

Joni & Elisa
Testi e foto di Joni & Elisa
Marito e moglie, due cuori in viaggio, una passione in comune: i borghi italiani. Ce ne siamo innamorati esplorando in lungo e in largo il nostro Paese, il più bello e romantico del mondo.