Vigoleno, Vernasca (Piacenza) - Un piccolo mondo incantato

Alla scoperta di un borgo incantato. Vigoleno è inserito in un contesto naturalistico incredibilmente silenzioso e pacifico ma, varcando le mura difensive, sembra di addentrarsi in un piccolo mondo a parte ancora più soave. Il breve tratto in acciottolato che dall’ingresso principale (di fronte al parcheggio) conduce al cuore del villaggio incute una curiosità dal sapore fiabesco. Un grande orso in legno posto su un piedistallo ci dà ufficialmente il benvenuto a Vigoleno, invitando chi s’imbatte nella sua sagoma imponente a visitare il Museo gli Orsanti.

La vita itinerante degli Orsanti

Realizzato dall’attrice e burattinaia Maria Teresa Alpi, il museo è un percorso rievocativo molto folcloristico che, attraverso la riproduzione di orsi in cartapesta a grandezza naturale e l’esposizione di antichi mezzi di trasporto, strumenti musicali, maschere, costumi di scena, quadri e stampe d’epoca, racconta la vita itinerante degli Orsanti, ammaestratori di orsi e artisti di strada che, durante il 1700, lasciavano le loro terre (Emilia Romagna, Toscana e Liguria) per raggiungere le piazze di Londra, Parigi e Praga, dove si esibivano insieme a questi giganteschi mammiferi, mettendo in scena spettacoli acrobatici e sorprendenti.

Spettacolo in vedetta

Dopo il Museo gli Orsanti, fate un giro all’interno del Castello di Vigoleno, che si eleva dalla piazza e circonda il borgo con le sue mura. Risalente al decimo secolo ma di stampo edilizio prevalentemente quattrocentesco, il mastio si sviluppa su quattro piani che ospitano sale d’armi, strumenti di tortura medievali e illustrazioni storiche. Salite in cima alle mura: passeggiando sul camminamento che dalla torre principale vi condurrà a quella meridionale, potrete godere di una vista magnifica sui colli piacentini, che in primavera diventano verdi come campi da golf. E se volete scattare foto e selfie a 360 gradi da una posizione più elevata, raggiungete la vetta della torre principale: una volta giunti lassù, dopo una breve ma ripida scalinata in legno compresa tra pareti strettissime, avrete la giusta ricompensa panoramica!

Pieve di San Giorgio, fascino romanico

Il mastio include al suo interno un hotel davvero incantevole, Castello di Vigoleno, che vi consigliamo vivamente non solo per un weekend di coppia, ma anche per matrimoni (l’amica di cui vi abbiamo parlato nel primo post ha tenuto il banchetto nuziale proprio qui), battesimi, comunioni, cresime e feste private: la location è da mille e una notte! Usciti dal castello, scattate una foto seduti sul bordo della fontana al centro della piazza, il cuore del borgo. Proseguite poi verso la Pieve di San Giorgio, una bellissima chiesa romanica a tre navate, fiore all’occhiello di Vigoleno. E, se volete fare uno spuntino, fermatevi a La Taverna al Castello, un bar-ristorante rustico con terrazzo che si affaccia sulle colline.

Tradizioni per tutti i gusti

Tra i diversi eventi tradizionali che si tengono quest’anno a Vigoleno, vi segnaliamo: La notte della musica romantica con cena sotto le stelle (iniziativa nazionale organizzata dall’associazione I borghi più belli d’Italia), giovedì 21 giugno; Vigoleno in festa… con l’anolino (stand gastronomici con piatti tipici), sabato 21 e domenica 22 luglio; Summertime in Jazz, tutto agosto; Le notti di San Lorenzo (visita guidata notturna del mastio), venerdì 10 e giovedì 16 agosto; I Mercatini delle Meraviglie (oggetti in legno, vimini o terracotta creati e presentati dagli artigiani di Vernasca), domenica 23 settembre; Vigoleno in fermento (secondo Festival delle Birre Artigianali e del Buon Vino), sabato 29 e domenica 30 settembre; Presepio meccanico-elettronico (esposizione presso La Taverna al Castello), da martedì 25 dicembre 2018 a domenica 27 gennaio 2019.

Joni & Elisa
Testi e foto di Joni & Elisa
Marito e moglie, due cuori in viaggio, una passione in comune: i borghi italiani. Ce ne siamo innamorati esplorando in lungo e in largo il nostro Paese, il più bello e romantico del mondo.